Percorsi Svevi da scoprire - Why Marche Special

Le Marche dello Stupor Mundi

Tra i tanti natali illustri delle Marche, uno dei più importanti è sicuramente quello di Federico II di Svevia. Nel 1194 il futuro imperatore del Sacro Romano Impero nacque a Jesi, protetto da un grande padiglione nella piazza che oggi porta il suo nome.

Da quel momento la città di Jesi ha sempre ricordato con vanto la nascita dello Stupor Mundi, figura capitale della storia italiana del Medioevo. Oggi infatti la città ospita una delle principali Fondazioni federiciane ed è sede di un importante museo multimediale dedicato alla sua figura. Proprio da Jesi parte l’itinerario di Why Marche Special: Federico II e le Marche nel Medioevo. Percorsi Svevi da scoprire. Dalla città natale il volume ci porta alla scoperta dell’eredità che Federico II e la dinastia sveva hanno lasciato nelle Marche. Un lascito che non reca tracce immediatamente visibili, di reperti o monumenti, ma che è ben ricostruibile dall’attenta lettura di documenti d’archivio. Eppure quando andiamo a visitare i tanti borghi e città toccati dall’itinerario, con le loro cinte murarie, le chiese e i palazzi, è facile rivivere quell’epoca, la sua atmosfera, il suo aspetto, e scoprire altre eminenti figure la cui storia si intreccia con quella di Federico II, in una fitta trama di amicizie e rivalità.

Manfredi definirà suo padre “il Sole del mondo”, stella luminosa in grado di illuminare qualunque cosa venisse toccata dalla sua presenza. E le Marche di Federico II sono infatti ricchissime di una storia affascinante, degna degli antichi poemi romanzeschi, con lotte, alleanze, matrimoni tra potenti famiglie; sono il luogo di grandi novità politiche e sociali, e di stupefacenti creazioni artistiche e letterarie. Una ricchezza che possiamo riscoprire e ammirare ancora oggi, direttamente o tramite i frutti cresciuti da quegli incredibili semi.

La scelta delle località toccate ha inoltre privilegiato l’area colpita dal sisma del 2016, andando a comprendere venti Comuni che condividono un patrimonio culturale e storico che ne determinano l’identità e l’attrattività turistica.